inaugurazione: sabato 14 magggio 2022 hh 17.00 | (sala mostre contrada del carmine,2F Brescia)  

kodak minicolor

 
Inaugurazione mostra "Kodak Minicolor, la primavera del colore" a cura di Gabriele Chiesa

“Kodak Research has made color photography a part of everyone's life”. Kodak porta la fotografia a colori nella vita di ciascuno nel 1941, realizzando così il sogno di ogni fotoamatore, intravisto nel 1936, con l’introduzione delle diapositive Kodachrome.

Fino ad allora la fotografia commerciale a colori era stata realizzata in diapositiva, vetro o pellicola: le immagini potevano essere osservate per trasparenza o in proiezione. Esistevano già processi di stampa a colori su supporto cartaceo, ma si trattava di procedimenti complessi che avevano un’applicazione molto ristretta in ambiente scientifico, professionale o di élite amatoriale. Le competenze richieste, la criticità del metodo e l’abilità manuale richiesta rendevano questo genere di prodotto un raffinato risultato di sapore quasi sperimentale, riservato a pochi esemplari. Il consumo popolare della fotografia a colori appariva allora ancora un sogno.
Il colore, quando ritenuto indispensabile veniva aggiunto a mano, usando pigmenti colorati da applicare sulla superficie della fotografia. In Italia la stampa fotografica a colori intesa propriamente detta (non la fotografia colorata) si diffuse dalla fine degli anni 1970. Negli U.S.A. la stampa a colori divenne invece disponibile addirittura negli anni della seconda guerra mondiale, appunto a partire dal 1941. La rivoluzione della stampa fotografica a colori inizia con le MINICOLOR KODAK, nate come processo di conversione in stampe a colori dalle diapositive Kodachrome. L’idea commerciale era quella di offrire la possibilità di portare con sé anche nel portafoglio, un ricordo a colori da conservare, mostrare ed ammirare con affetto. Il costo era relativamente elevato, anche in considerazione delle dimensioni molto ridotte. Destinate alla consacrazione su supporto opaco erano dunque le diapositive migliori o più significative. Non per caso la pubblicità delle MINICOLOR faceva leva in modo deciso sui valori e i sentimenti legati alla famiglia, particolarmente in un periodo storico segnato dalla guerra e dal distacco dalle persone più care.


Contrada del Carmine, 2F Brescia
logo minimal 64x  


In esposizione fino al 5 giugno 2022.
ORARI DI APERTURA: MART-MERC-GIOV 9-12 / SAB-DOM 16-19
INGRESSO LIBERO