esposizione dal 9 settembre fino al 1 ottobre 2017 | inaugurazione: sabato 9 settembre 2017 hh 17.00 | sala mostre

lei armando

LEI, ARMANDO 

Fotografie di Armando Borno; a cura di Nicola Baroni e Dorothy Bhawl


A fine anni sessanta il quartiere Carmine è un luogo di prostituzione e delinquenza ordinaria, fino a quando non arrivano tre uomini dall’aspetto tutto femminile: sono Lea, Carlotta e Lora, le prime travestite bresciane a scendere in strada a battere. Le autorità provano in tutti i modi a fermarle: l’arresto, le multe, le diffide, il confino coatto; ma loro si insediano in Casa delle Bambole e ne fanno un bordello. Pian piano la palazzina si riempie di altre ondate di travestiti e transessuali: tra loro, appena diciannovenne, c'è Armando.

 

Nei dieci anni trascorsi nella casa, Armando ha conosciuto i desideri più nascosti delle migliaia di uomini che salivano le scale dissestate al numero 5 di vicolo Rossovera e ha fotografato la vita tra quelle mura, i clienti che le frequentavano, le colleghe di lavoro e le amiche di una vita. Oggi che sono in pochi a ricordare i gemiti di piacere che provenivano da quei luoghi, è giunto il momento di rievocarli.


In occasione dell'inaugurazione della mostra verrà presentato il libro "Lei, Armando" (Morellini editore): una selezione delle fotografie e il racconto di quegli anni fatto da Armando stesso.

LeiArmando 2017 giornale

 


In esposizione fino al 1 ottobre
ORARI DI APERTURA: MART-MERC-GIOV 9-12 / SAB-DOM 16-19
INGRESSO LIBERO 

 

Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su "OK ho capito" o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie.
Leggi la nostra cookie policy OK ho capito