46° Concorso Nazionale San Faustino e Giovita

  Il CineFotoClub Brescia - Museo Nazionale della Fotografia bandisce un concorso fotografico a premi…

Tesseramento 2019

in Notizie

E' aperto il tesseramento Soci Cinefotoclub Brescia per il 2019, ecco tutti i vantaggi. Il…

Biblioteca+ :: nuova interfaccia grafica per la Biblioteca del Museo

in Notizie

Da oggi il Catalogo della Biblioteca del Museo Nazionale della Fotografia di Brescia ha una…

FAMuF

in Notizie

FAMuF :: Foto Archivio Museo Nazionale della Fotografia Brescia il FAMuF nasce nel 2017 su idea del consiglio…

brioni 2019

sabato 30 marzo 2019 alle ore 17:00

Incontro con l'autore: Marco Brioni

ALL'ORIZZONTE SOLO NUVOLE 1918|2018

Fotografie dal fronte trentino, a cent'anni dalla Grande Guerra

A volte il silenzio non ci lascia margini, si fa strada dentro di noi all'improvviso, come qualcosa di inevitabile e necessario. E fa rumore.
Un rumore che ci parla di luoghi in cui un dolore dopo cent’anni mostra ancora le proprie cicatrici aperte e ci bisbiglia il suo monito, affinché la memoria ci resti addosso, facendosi anticorpo.
“All’orizzonte solo nuvole” è esattamente questo, una voce silenziosa che scende nei boschi incendiati dalla bruma e si infila dritta nel loro ventre oscuro di corteccia, per svelarci tutto il pudore con cui la natura conserva antiche ferite. Solchi che ci appaiono come vuoti sulla pelle della foresta, una sorta di spazio che ha bisogno di essere riempito in qualche modo.


Spazio nel quale far entrare una luce, magari la stessa che per Marco è stata guida nel suo viaggio e che ora vuole essere suo tramite per giungere a noi, senza nessun compromesso.


Marco Brioni
Ha studiato fotografia dal 2006 al 2008 al Ken Damy Fine Art Museum.
Da diversi anni lavora sui mutamenti urbani e paesaggistici causati dai cataclismi storici, economici e sociali.
Nel 2010, assieme ad altri due fotografi, ha documentato il disfacimento delle architetture agricole mantovane abbandonate dai proprietari per la crisi economica.
Il progetto collettivo è stato esposto in diverse città europee dal 2010 al 2015.
Dal 2012 al 2016 Ha realizzato uno studio sui campi di concentramento e sui luoghi di detenzione nazisti in Europa (NO-MORE) e documentato le conseguenze architettoniche,
urbanistiche e sociali delle partizioni fisiche delle città di Berlino, Belfast e Nicosia (CIT|IES).
Nel 2015, assieme a Ruggero Ughetti, ha creato “Frammenti di fotografia”, realtà culturale che si occupa di raccontare la fotografia, la sua storia, i suoi protagonisti e il suo linguaggio.
Nel 2018 ha fotografato i luoghi del fronte trentino a cent’anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale.
Quando può va nei boschi.

presso la sala mostre e conferenze in C.da Carmine,2F Brescia

 

Ingresso libero

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 03049137

Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su "OK ho capito" o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie.
Leggi la nostra cookie policy OK ho capito