raccolata fotografie per la Festa dell’Europa

in Varie

iniziativa aperta a tutti i SOCI sabato 4 maggio 2019 il Museo parteciperà alla Festa…

Mostra 46° Concorso Nazionale San Faustino e Giovita

in Mostre

esposizione dal 13 aprile al 5 maggio 2019 | inaugurazione: sabato 13 aprile 2019 | sala mostre…

Biblioteca+ :: nuova interfaccia grafica per la Biblioteca del Museo

in Notizie

Da oggi il Catalogo della Biblioteca del Museo Nazionale della Fotografia di Brescia ha una…

Lorena Mori 2019

sabato 19 gennaio 2019 alle ore 17:00


Incontro con l'autore: LORENA MORI
 

Lorena Mori nasce il 24/01/1972 a Montichiari (BS). Vive e lavora a Castel Goffredo (MN) gestendo una piccola attività artigianale con il fratello.
Fotografa fin da quando era bambina, inizialmente per immortalare i momenti salienti della famiglia.
Negli anni si appassiona sempre di più a quest’arte e nel 1991 frequenta il primo corso base spaziando in vari generi, street e reportage gli altri suoi preferiti, finché nel 2013 scopra la macrofotografia grazie ad una passeggiata in bicicletta e si stupisce del fatto che possano esistere tante varietà di libellule che non aveva mai notato prima: è amore a prima vista!!!


La fotografia e soprattutto la macro diventa terapeutica: alzarsi presto, immergersi in campi di fiori, nel silenzio del mondo che si risveglia, il canto degli uccellini e della natura l'i aiuta a superare momenti non facili della sua vita.
Se fino a qualche anno fa le avessero detto che doveva alzarmi alle 4 per fotografar farfalle, avrebbe pensato che fossero pazzi, ora è diventata una consuetudine a cui non può rinunciare.
Il mondo degli insetti la incuriosisce e e è sempre assetata di comprendere ciò che ha fotografato, i loro comportamenti e abitudini alimentari...è una continua ricerca e studio.
Ciò che vuole trasmettere è il rispetto verso questo piccolo e affascinante mondo, spesso sconosciuto ai più, soprattutto coinvolgendo le scuole e i ragazzi al fine di tutelarlo e proteggerlo, in quanto indispensabile alla nostra sopravvivenza. A tal proposito dal 2014 alleva bruchi di Papilio machaon al fine di ripopolarli, per quanto possibile.
Quando si parla di insetti, la prima parola che balza alla mente è ripugnante: con i suoi scatti vorrebbe convertire la visione di chi li guarda.
La sua prerogativa: renderli simpatici.


presso la sala mostre e conferenze in C.da Carmine,2F Brescia

 

Ingresso libero

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 03049137

Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su "OK ho capito" o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie.
Leggi la nostra cookie policy OK ho capito